RICLASSIFICAZIONE DELLA FORMALDEIDE NELL’UNIONE EUROPEA
Pericolo GH508

Il Comitato per la Valutazione dei Rischi (RAC) ha deciso, in data 7 dicembre 2012, di classificare la formaldeide come sostanza cancerogena (CMR) di categoria 1B e sostanza mutagena di categoria 2. “Categoria 1B” significa che esistono sufficienti prove che rimandano a caratteristiche tipiche delle sostanze cancerogene, potenzialmente individuabili negli animali, ma solo sospette negli esseri umani. Questa classificazione sarà implementata, all’interno dell’Unione Europea, fino al 1° gennaio 2016, dalla modifica del regolamento ((EU) No. 2015/491) secondo il 6° Adeguamento al Progresso Tecnico del regolamento CLP (Classification, Labelling and Packaging). Sì può concludere che, nel prossimo futuro, anche altri paesi adotteranno la stessa classificazione. Questa supposizione è verosimile in particolar modo per quanto concerne Canada e Stati Uniti, dove la classificazione ed il possibile divieto dell’utilizzo di sostanze che rilasciano vapori di formaldeide nei fluidi della lavorazione dei metalli sono già state discusse nel corso degli anni.

1° gennaio 2016, la formaldeide è stata riclassificata come sostanza cancerogena e mutagena.

"Con la riclassificazione della formalina in termini di cancerogenicità, l’Unione Europea intende vietare l’utilizzo della formalina... La ESP (Società Europea di Patologia) ha preso in seria considerazione la questione... e ha tentato di convincere il Parlamento Europeo, nonché il Consiglio, a fare un’eccezione, in modo che i laboratori di patologia possano continuare ad utilizzare questo fissativo indispensabile..."

Società Europea di Patologia Newsletter, inverno 2017.

Caratteristiche CMR Classificazione della sostanza Classificazione della miscela
mutagenicità muta.2; H341 conc. ≥ 1%
muta.2; H341*
cancerogenicità 1B; H350 conc. ≥ 0,1%
carc. 1B; H350*

"Formalin Risk free"

On 1st January 2016, formaldehyde was reclassified as carcinogenic and mutagenic, as a result of the amending EU regulation n. 605/2014. Such regulation had a great impact on the methods of use and management of formaldehyde in hospitals. SecurBiop® and FORMALeasy® were born to meet this need.

As many studies reveal, there are several risks involved in the use of such substance. Some of these risks have an impact in the short term: these include the purely irritating effects of the substance, affecting the eyes, the respiratory tract and the skin. These effects can vary, depending on the person's age, physical conditions and their susceptibility to the substance.

As regards the carcinogenic effects, developing in the long term, the IARC (International Agency for Research on Cancer) has reported several cases of cancer developed after the person's exposure to formalin.

Back to home page